VIVERE IN BASILICATA   /   I PAESI   /   VIGGIANO
Vivere in Basilicata
Clicca mi piace! Seguici su Facebook Vivere in Basilicata



Expo Lucana 2015





Vito Lentini - Realizzazione siti web

International Business Twt



CONTATTI

Informazioni
www.vivereinbasilicata.it
info@vivereinbasilicata.it

CONTATTACI

COLLABORA CON NOI

MAPPA DEL SITO
NEWS DEL GIORNO

NESSUNA NEWS IN ARCHIVIO

QR CODE

qrcode
Rileva questo codice dalla fotocamera del tuo dispositivo mobile, per collegarti direttamente con noi!

COMUNE DI VIGGIANO

VIGGIANO è UN COMUNE ITALIANO DI 3.195 ABITANTI POSTO LUNGO IL CRINALE OCCIDENTALE DELL'ALTA VAL D'AGRI NELLA PARTE OCCIDENTALE DELLA PROVINCIA DI POTENZA.


Pubblicità su Vivere in Basilicata

Viggiano sorse inizialmente a valle, a pochi chilometri dalla città romana di Grumentum di cui divenne "pagus"; il suo nome sembra derivi dal nome della famiglia gentilizia romana Vibius o Vettius. L'iniziale posizione a fondo valle venne abbandonata nel corso del X secolo dopo la distruzione di Grumentum (872) per sfuggire alle razzie deei Saraceni. Certe, anche se poche, le tracce dell'influsso che Longobardi, Bizantini e monaci Basiliani esercitarono in epoca medievale. I Longobardi fortificarono il centro ricostruito sulla corona montana; i Bizantini e i Basiliani hanno lasciato traccia con il monastero di Santa Maria "La Preta" sul torrente Casale e con la scultura lignea della Madonna Nera. Viggiano subì varie vicissitudini storico-politiche e varie dominazioni: passò dagli Angioini, ai Pipino, dai Dentice ai Loffredo fino ai Sanfelice di Monteforte.

Nei secoli XVII e XVIII Viggiano conobbe un certo benessere dovuto all'abilità dei suoi artigiani (in particolare ebanisti e costruttori di strumenti musicali) e dei suoi "Suonatori di strada" che si spinsero in ogni angolo del mondo alimentando la fama del "Viggianese musicante girovago".Questa emigrazione temporanea, resa ancora più massiccia dopo il terremoto del dicembre 1857, contribuì notevolmente al progresso economico, culturale e civile del paese. Nacque infatti già nel 1876 il giornale "L'Arpa Viggianese". Di ritorno dalle grandi città europee ed americane i musicanti importarono e diffusero le idee della massoneria facendo di Viggiano la loggia massonica più importante del mezzogiorno dopo Bari:

Nel 1907 i Viggianesi diedero vita al più importante giornale socialista della Basilicata "Il Ribelle", ristampato nel 2004 dal Comune di Viggiano e da "L'Antissa Edizioni".

Il paese è ricco di bellissime chiese, tra cui il Santuario sul Sacro Monte, edificato nel XVI sec. proprio sul luogo dove, secondo la leggenda, venne trovata la Sacra Icona; i resti della chiesa di S. Pietro Apostolo, la Chiesa di S. Antonio, annessa al Convento di S. Maria del Gesù, nella quale si custodisce un bellissimo Coro Ligneo di fine '800, la Chiesa di S. Benedetto; La Chiesa di S. Sebastiano in piazza Plebiscito e la Chiesa di S. Maria del Monte o del Deposito, edificata nel '700, con l'attuale composizione architettonica, ricca di stucchi, altari marmorei, affreschi e tele di scuola napoletana e del pittore lucano M. Lanziani.
Nel 1965 la Chiesa di S. Maria del Monte fu elevata dal Papa Paolo VI a "Basilica Pontificia Minore" ed in occasione del Giubileo del 2000 è stata dotata di imponente portone di bronzo a formelle raffiguranti la storia di Viggiano e della sua Madonna. Nella basilica infatti è custodita da settembre a maggio la statua della Madonna Nera che già nel 1892 venne incoronata dal Vescovo Tiberio; la cerimonia è stata poi ripetuta il 28 aprile 1991 da S.S. Papa Giovanni Paolo II che riconfermò la Madonna di Viggiano "Regina e madre delle Genti Lucane" oltre che protettrice della Basilicata.


Ricerca alfabetica:      A  B  C  D  E  F  G  H  I  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  Z




Viggiano


Inviaci una nuova foto del tuo paese! La foto sarà valutata dal nostro staff e pubblicata sul sito.

Pubblicità su Vivere in Basilicata
Vivere in
BASILICATA
2013 ©
www.vivereinbasilicata.it
Italy
info@vivereinbasilicata.it